Web site

WEB SITE LINK:
ITA
ENG

Translate

Archivio blog

5 Febbraio 2020 " “Toccare l’arte: il Museo Omero tra inclusione e immersione”"



Un evento a Padova per presentare una realtà italiana importante, che ha sfidato le convenzioni più radicate nel modo di intendere il rapporto con l’arte e le sue opere: il Museo Tattile Statale Omero (Ancona, http://www.museoomero.it/). Omero è colui che vede il mondo attraverso la poesia. La sua cecità gli consente paradossalmente di immaginare i viaggi più intensi, simbolici e leggendari che hanno riempito la nostra cultura: l’Iliade e l’Odissea. Su questo sfondo si muove l’esperienza tattile che accompagna ogni visitatore del Museo Omero, che può immergersi in un percorso insolito e sfidante: quello di “toccare la bellezza”. Chi non avrebbe voluto stringere una scultura meravigliosa di marmo lucente o toccare il profilo di un bronzo possente? O intrigare il proprio corpo in una installazione futurista? Sentire l’arte andando “oltre il vedere”, diventa un’occasione fondamentale per vivere aspetti inediti dell’opera creativa e un’opportunità per tutti coloro che vogliono esperire un’estetica “piena” di memorie e di sensi possibili. Un modo diverso di intendere l’inclusione, ove non è ben definito chi sia escluso da cosa e quanto sia e possa essere accessibile a tutti.
L’evento “Toccare l’arte: il Museo Omero tra inclusione e immersione” sarà presentato il 5 Febbraio alle ore 14,30 presso l’Aula Magna della sede di Via Cesarotti del Dipartimento FISPPA, Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata, entro il Corso di Specializzazione per le Attività di Sostegno Didattico agli Alunni con Disabilità. Introduce Marina Santi e intervengono Aldo Grassini e Annalisa Trasatti del Museo Tattile Statale Omero. I posti liberi sono limitati e prenotabili esclusivamente attraverso questo indirizzo di posta elettronica: https://urly.it/343_f. Vi aspettiamo!


Upgrade ruolo della tecnologia nel miglioramento della qualità di vita – Gruppo Polis Padova 7 giugno 2019

Il 7 giugno, presso la sede del gruppo Polis di Via Due Palazzi si è tenuto Upgrade, il format di approfondimento sul ruolo della tecnologia nel miglioramento della qualità di vita delle persone che vivono in una condizione di difficoltà.
L’evento 2019 dal titolo TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELL’APPRENDIMENTO E DELL’INCLUSIONE - Punti di vista diversi e complementari: inclusione, tecnologia e didattica, ha offerto l’occasione di parlare del ruolo sempre più importante della tecnologia nella creazione di attività didattiche e spazi inclusivi. 
Per l’università di Padova ha partecipato la prof.ssa Laura Nota, che con il suo intervento 'Traiettorie per la costruzione di contesti inclusivi', ha introdotto i nuovi modelli concettuali e le posizioni delle organizzazioni internazionali come ONU, Organizzazione Mondiale della Sanità, e nazionali, come il Coordinamento delle Università del Triveneto per l’Inclusione, la Rete delle Università per lo sviluppo sostenibile, l’AsVis Agenzia Italiana per lo sviluppo sostenibile, per costruire contesti inclusivi, anche alla luce di quanto realizzato dall’Università di Padova.

Diversamente uguali: la disabilita' vista con gli occhi dei bambini e ragazzi


L’Associazione "Uniti per Crescere" Onlus ha indetto per l’anno scolastico 2018/2019 la terza edizione del concorso letterario sul tema della disabilità, dal titolo ‘Diversamente uguali: la disabilità vista con gli occhi di bambini e ragazzi’, volto ad esplorare la percezione della disabilità nei bambini e nei ragazzi, utilizzando la scrittura come strumento per veicolare emozioni, riflessioni, dubbi, paure e speranze. E' possibile consultare il bando  sul sito www.unitipercrescere.net; il concorso è rivolto agli alunni della Scuola Primaria a partire dalla classe terza e della Scuola Secondaria di Primo e Secondo Grado.
La seconda edizione del Premio Letterario ha visto la partecipazione di 490 concorrenti provenienti da ben 16 regioni d'Italia.